Title
Login Register

Risultati 1 - 10 di 95

Notizie/Reportage
Autore:
Si delineano i volti dei nuovi campioni nel vivaio giovanile A.I.K.K. L’A.I.K.K. conclude brillantemente il calendario degli eventi agonistici internazionali nell’anno 2012, affiancando al prestigioso risultato del veterano Alberto Anzalone (bronzo agli Europei di Budapest) due ulteriori successi, provenienti dal settore juniores   Da sinistra: Shihan T. Wakiuchi, Yoser Giannetto, Antonio Cacciorni, Emanuele Muscolino, Nicolò Scaletti, Christian Pisetta, Michele Runci, Roberto Oliveri, Senpai Roberto De Martis, Mery Magazzù, Carol Magazzù, Michael Brigandì, Vincenzo Riparare     Che ci fosse sentore di crescita nel gruppo giovanile lo avevamo percepito già nel mese di ottobre, quando Christian Pisetta (il più giovane degli atleti agonisti di Senpai Roberto Demartis, Bolzano) all’Open German di Francoforte aveva conquistato il titolo nella categoria 16/17 anni -70 Kg., dominando con grande abilità gli avversari dei tre incontri. Presenti, alla competizione, le squadre di Bulgaria, Francia, Germania, Israele, Polonia  e Russia.     Animato dalla voglia di continuare a misurarsi con atleti  di vario livello e puntando ad obiettivi sempre più ambiziosi, nell’arco di pochi mesi il neocampione ha saputo mettere in luce la cifra straordinaria del proprio talento.     A novembre si è aggregato alla nazionale juniores per partecipare ai Campionati Europei di Belgrado; pochi mesi dopo, si è cimentato con successo nei circuiti nazionali di categoria “élite” a Caltanissetta e a  Bologna.   Impossibile non rilevare il salto di qualità avvenuto: Christian Pisetta concilia bene la razionalità con la creatività, possiede sia autodisciplina che inventiva.  Un ragazzo capace e riservato, che, proprio per la sua naturalezza, riesce sempre a calamitare l’ammirazione e il supporto del pubblico.   Proviene dal settore kata, dal binomio A.I.K.K. honbu Michael Brigandì/ Mery Magazzù, la seconda gratificazione internazionale dell’anno 2012.   Con un decennio di studio meticoloso che gli ha permesso di acquisire una non comune capacità di interpretazione formale, Michael Brigandì, nel 2011, aveva già ottenuto il suo primo titolo europeo.  Nel 2012, perde – solo per un soffio - la riconferma nella specialità di gara.  Alla prima esecuzione del kata Geksai-sho, con un punteggio elevatissimo, si pone in cima alla classifica. Ma la sfida reale si determina dopo le fasi eliminatorie, con la fortuna che, purtroppo, al turno    successivo non arride. Michael viene difatti convocato appena qualche secondo dopo la prova di kumite, al termine di due spossanti combattimenti (indossa ancora  i paratibie quando lo invitano a presentarsi sull’altro tatami di gara). L’esecuzione dell’ultimo kata non sarà al top, il corpo richiede i suoi tempi di recupero.  I giudici, però, in finale, non perdonano la minima imperfezione e fanno la scrematura.  Deve accontentarsi di un terzo posto, Michael, ma è ugualmente soddisfatto: è  il terzo giovane atleta migliore d’Europa, con un futuro agonistico ancora tutto da immaginare.    Prevedibile, forse, il successo di Mery Magazzù, altro fenomeno di nuova generazione.  Un esordio molto sofferto, preceduto da un periodo intensivo di preparazione, caratterizzato da infortuni, dolori e lacrime. Esitazioni, ripensamenti e lacrime.  Lacrime di gioia qualche volta, qualche altra di scoramento, mirando al raggiungimento di un ideale di perfezione che logora ogni fibra. Mery  ha uno standard di rendimento elevatissimo, mai si discosta  dall’idea di ottenere il massimo da se stessa. E’ abituata al sacrificio.     Pur avendo un’inclinazione straordinaria e unanimemente riconosciuta per la danza, dopo essersi a lungo suddivisa fra il palcoscenico e il tatami di gara, ha compiuto una scelta definitiva, prediligendo il karate, la più antica passione.   Nulla si spreca, però, delle esperienze passate: l’elasticità delle sue articolazioni,  la finezza dei suoi movimenti trovano l’adeguata valorizzazione nello studio e nella pratica dei kata.  Non sorprende, quindi, che la giovanissima allieva al primo Torneo Internazionale ottenga un risultato strepitoso, salendo direttamente - senza indugi e con la giusta combinazione di eleganza e grinta - sul secondo gradino del podio. A riprova che la perseveranza e l’impegno ripagano sempre. Buoni progressi si registrano anche nel settore del kumite, dove si mettono in luce Yoser Giannetto e Roberto Oliveri, entrambi vincitori del primo girone. Ottima prova anche per Carol Magazzù, atleta di grande carattere; non meritava davvero di perdere, dopo aver disputato due round straordinariamente impegnativi.               Meno appagante per le loro aspettative, l’esito di gara di Antonio Cacciorni, Emanuele Muscolino e Nicolò Scaletti. Non meno preziosa, però, l’esperienza compiuta: al rientro in palestra, i loro colpi cambiano, caricandosi di una nuova e più vibrante energia.          Anche nel settore giovanile ravvisiamo lo stesso maturo atteggiamento degli adulti, nel comprendere che la sconfitta – probabilmente assai più della vittoria –agevola la presa di   coscienza dei propri punti di forza e di criticità:  “Un vero karateka non si esalta per le sue vittorie, non si deprime per i suoi insuccessi”   (Mas Oyama)   Non è mancato il risultato per scarsa preparazione o per debole volontà.  Ci sono tappe del percorso di formazione individuale che vanno rigorosamente rispettate.  L’obiettivo prioritario non è creare campioni, è valorizzare persone e personalità.  In quest’ottica formativa gli istruttori  incoraggiano, sostengono; qualche volta forzano la mano, qualche altra si dileguano.  Con una continua perdita e riconquista di equilibri e confini, l’azione di supporto degli adulti si riduce progressivamente, fino a quando gli allievi non raggiungono la più completa autonomia.       
Lunedì 24 Agosto 2015 | 2606 hits | Stampa | PDF |  E-mail | Dati non corretti? Inviaci la tua segnalazione
Campania/Caserta
Autore:Andrea Puglisi
Responsabile: Monaco Costantino c/o  Palestra "Kines Club" Via Stellato n°202 -  81054 S.Prisco (CE) TEL. 338/7213590
Venerdì 10 Ottobre 2014 | 1663 hits | Stampa | PDF |  E-mail | Dati non corretti? Inviaci la tua segnalazione
Notizie/Ultime
Autore:Andrea Puglisi
CALENDARIO 2014
Giovedì 02 Ottobre 2014 | 2305 hits | Stampa | PDF |  E-mail | Dati non corretti? Inviaci la tua segnalazione
Sardegna/Cagliari
Autore:Andrea Puglisi
Responsabile: RUSSO ROBERTO Via Strada n°24 - 09012 Capoterra (CA) TEL. 349/7431055
Venerdì 10 Ottobre 2014 | 1236 hits | Stampa | PDF |  E-mail | Dati non corretti? Inviaci la tua segnalazione
Notizie/Risultati Competizioni
Autore:Andrea Puglisi
Kumite Juniores 16-17 anni (ragazzi) -65kg:   3° Brigandì Vito Michael   Kumite Juniores 16-17 anni (ragazzi) -70kg: 3° Arigò Giovanni Kumite Juniores 16-17 anni (ragazzi) -80kg: 2° Costanza Calogero Kumite Juniores 16-17 anni (ragazze) -55kg: 2° Magazzù Mary Kata Juniores 16-17 anni (ragazze): 1° Magazzù Mary  
Sabato 03 Gennaio 2015 | 2758 hits | Stampa | PDF |  E-mail | Dati non corretti? Inviaci la tua segnalazione
Sicilia/Agrigento
Autore:Giuseppe Giannetto
Responsabile: Senpai Caramanno Andrea Via Pirandello n.34 92026 Favara (AG) TEL. 328/4681036   Sito web: www.kyokushinkaikan.it
Sicilia/Messina
Autore:Giuseppe Giannetto
Responsabile: Senpai Costin Eugen Vasile Via San Sebastiano 13 Castel di Lucio (ME) TEL. 3485255883 - 3347772993
Domenica 03 Gennaio 2016 | 2294 hits | Stampa | PDF |  E-mail | Dati non corretti? Inviaci la tua segnalazione
Campania/Napoli
Autore:Giuseppe Giannetto
Responsabile: Ruffo Giuseppe "Centro Sportivo Portici" Via A. De Curtis - 80055 Portici (NA) Telefoni 081/483438 - 320/0213552   Napoli Centro: "Siddharta" Via S. Maria Delle Neve, 18 Riviera Di Chiaia - 80122 Napoli Telefono/Fax: 081/668426 Sito: http://www.kyokushinkainapoli.it
Venerdì 10 Ottobre 2014 | 1558 hits | Stampa | PDF |  E-mail | Dati non corretti? Inviaci la tua segnalazione
Trentino Alto Adige/Cavalese (TN)
Autore:Giuseppe Giannetto
Responsabile: Senpai Alessandro Caviola TEL. 345/1616757
Mercoledì 01 Luglio 2015 | 2341 hits | Stampa | PDF |  E-mail | Dati non corretti? Inviaci la tua segnalazione
Sicilia/Catania
Autore:Giuseppe Giannetto
Senpai Daniele Calà   Viale J. Kennedy - 95 Bronte (CT) cell: 380/6577601
Mercoledì 01 Luglio 2015 | 2231 hits | Stampa | PDF |  E-mail | Dati non corretti? Inviaci la tua segnalazione

«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»
Pagina 1 di 10


Powered by AlphaContent 4.0.15 © 2005-2021 - All rights reserved

Italian Kyokushin Live

Automatic Google Translator V2

Your are currently browsing this site with Internet Explorer 6 (IE6).

Your current web browser must be updated to version 7 of Internet Explorer (IE7) to take advantage of all of template's capabilities.

Why should I upgrade to Internet Explorer 7? Microsoft has redesigned Internet Explorer from the ground up, with better security, new capabilities, and a whole new interface. Many changes resulted from the feedback of millions of users who tested prerelease versions of the new browser. The most compelling reason to upgrade is the improved security. The Internet of today is not the Internet of five years ago. There are dangers that simply didn't exist back in 2001, when Internet Explorer 6 was released to the world. Internet Explorer 7 makes surfing the web fundamentally safer by offering greater protection against viruses, spyware, and other online risks.

Get free downloads for Internet Explorer 7, including recommended updates as they become available. To download Internet Explorer 7 in the language of your choice, please visit the Internet Explorer 7 worldwide page.